Progettazione strutturale definitiva ed esecutiva della Linea 1 della Metropolitana di Napoli – Tratta Piazza Garibaldi – Centro Direzionale – Lotto 6.1.

Committente: STIPE S.p.A.
Anno: 2002/2004
Impresa esecutrice: DE LIETO Costruzioni generali S.p.A.

La Linea 1, con i due binari in progetto, percorre in galleria artificiale – dal pozzo di attacco alle gallerie naturali (pozzo Brin) al piazzale delle Ferrovie dello Stato (ponte della Bettina o sottopasso F.S.) – un tratto di circa 160.00 m, risalendo da quota –8.41 s.l.m. (all’imbocco delle gallerie naturali) a quota –1.05 s.l.m (all’imbocco del primo fornice del sottopasso piazzale F.S.).

In questo breve percorso, in cui il piano campagna è a circa +4.00 s.l.m e il pelo libero della falda a +2.50 s.l.m, il tratto terminale presenta una doppia interferenza: con il collettore fognario interrato al di sotto del primo fornice e con la Linea S.F.S.M. (Strada Ferrata Secondaria Meridionale) Napoli-Nola Baiano, che con due binari attraversa il fornice centrale del citato sottopasso.

Per la galleria artificiale, che ospiterà i binari della Linea 1 nel tratto in parola, è prevista una struttura portante formata da elementi in cemento armato: paratie di diaframmi, soletta di fondo, contropareti interne e soletta di copertura.
In corrispondenza dell’attacco con il ponte della “Bettina” le paratie di diaframmi saranno sostituite da paratie di pali.

In particolare, per quanto riguarda le solette di copertura si avrà:

Tratto D-D
La copertura verrà realizzata con una soletta in c.a. con alleggerimenti in polistirolo di sezione trasversale pari a 0.80´0.80 m. La sezione resistente sarà del tipo a doppio T con soletta superiore dello spessore pari a 0.40 m, soletta inferiore di altezza pari a 0.20 cm e nervature poste ad interasse di 1.20 m dello spessore di 0.40 m. L’altezza complessiva è pari a 1.40 m.
Le soluzioni previste per la realizzazione della soletta sono due. La prima prevede una predalles di altezza pari a 0.125 m armata con f12/10 longitudinali, la seconda il getto di tutta la soletta inferiore con l’utilizzo di cassaforme.

Tratto E-E/F-F
La copertura verrà realizzata con una soletta in c.a. piena di altezza pari a 0.80 m con orditura perpendicolare allo sviluppo della galleria. In corrispondenza dei pali f1200, realizzati come opera provvisoria per consentire il contemporaneo funzionamento della Linea Circumvesuviana, verranno realizzate delle solette dello spessore di 0.40 m ordite parallelamente alla galleria.

Tratto G-G
La copertura verrà realizzata con una soletta in c.a. dello spessore di 0.80 m.
La progettazione tiene inoltre conto della differenza di quota ridotta tra i rispettivi piani del ferro (Linea 1 e Linea S.F.S.M.). Nel punto in cui la differenza risulta minima, e quindi maggiormente sfavorevole, si garantisce comunque, uno spessore della soletta di copertura della galleria artificiale pari a 80 cm. Si garantiscono inoltre:
una distanza P.F.- intradosso copertura Linea 1 pari a 4.10m
uno spessore (distanza P.F.- piano di posa del ballast) della piattaforma della Linea S.F.S.M. pari a 60 cm.

L’intervento di scavalco provvisorio proposto, prevede la realizzazione di un’opera fatta di travi tipo Essen sostenute da travi di manovra HEB600, collegate, con opportuni angolari, a travi di bordo in c.a.. Le travi in c.a. di sezione pari a 0.80´1.50 m sono ancorate a loro volta, a mezzo di dadi di dimensioni 1.50´1.50´1.50 m, a pali f1200 della lunghezza di 11.00 m.