Progettazione strutturale esecutiva e cantierabile della Grande Moschea per Sheikh Zayed Bin Sultan II – Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti)

Committente: S.T.I.P.E. EMIRATES
Anno 1998/1999
Importo opera: € 94.000.000,00
Impresa esecutrice: joint venture “Impregilo – Rizzani de Eccher”

La Grande Moschea prende il nome dello Sceicco Zayed Bin Sultan II, ex Presidente degli Emirati Arabi Uniti e governatore di Abu Dhabi.

E’ per dimensioni la seconda più grande del mondo ed è stata voluta con un intento duplice: costruire uno dei più grandi spazi di preghiera nell’area del Golfo e testimoniare la continuità e la modernità dell’arte islamica della regione. L’impianto planimetrico è pressappoco quadrato, con 4 minareti di 110 metri di altezza, 138 cupole – la più grande ha 34 metri di diametro e 75 m di altezza -, 1.400 colonne in marmo di vario tipo, 142 pinnacoli, di cui uno in cristallo, più di 2.000 lampadari e 70 porte monumentali intagliate, scolpite e decorate.

La superficie totale della moschea è di 84.000 m², occupati dal corpo centrale, dal cortile di preghiera, dai porticati, dalle aree per le abluzioni, dalle scalinate esterne e dalle centrali tecnologiche. Può ospitare 7.000 fedeli nell’area principale coperta di preghiera (Main Haram), e fino a 20.000 fedeli sommando gli spazi coperti e il cortile centrale. La superficie di culto è di 52.000 m² (la Basilica di San Pietro a Roma ne misura 25.000).

Per vincere il caldo torrido, che nei mesi estivi può raggiungere i 50 gradi, e permettere ai fedeli di dedicarsi alla preghiera in un clima confortevole, l’area coperta e i porticati adiacenti sono serviti con aria condizionata.
La struttura è stata concepita interamente in cemento armato, con fondazioni su pali di grande diametro.

Quantità principali:

Superficie totale: 84.000 m²
Superficie coperta: 52.000 m²
Open Shan: 21.000 m²
Movimenti terra: 492.000 m³
Pali di fondazione: 9.759 n
Totale calcestruzzi: 259.000 m³
Acciaio strutturale: 20.200 t
Membrana impermeabile: 178.500 m²