RTP CROCI-REPELLIN

 

Raggruppamento Temporaneo di Professionisti, capigruppo il professore e ingegnere Giorgio Croci e l’architetto Didier Repellin. E’ costituito da specialisti di profilo internazionale con competenze complementari nel settore del restauro, della progettazione architettonica e strutturale e del consolidamento di edifici antichi.
Vincitore della gara europea per il restauro del Real Albergo dei Poveri, dal 2002, con il supporto l’Ufficio Progetto recupero del Real Albergo dei Poveri del Comune di Napoli, è impegnato nelle progettazioni definitive ed esecutive, nel restauro e nel riuso e nelle connesse direzioni dei lavori del consolidamento e della riconfigurazione architettonica dell’edificio. Sono consulenti del raggruppamento il Prof. Ing. Elio Giangreco e il Prof. Arch. Giovanni Carbonara.

 

Giorgio Croci

è ingegnere, professore Ordinario di Tecnica delle Costruzioni (Facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma La Sapienza) dove è titolare del corso di Analisi e Restauro Strutturale dei Monumenti. Tra i suoi più significativi progetti si segnalano la Basilica di San Francesco di Assisi, la Basilica di S. Antonio da Padova, la Torre di Pisa (Comitato di progettazione), il Colosseo (co-presidente del Comitato Università–Ministero Beni Culturali, Progetto di Restauro e messa in sicurezza), il Pantheon, la Stele di Axum (Etiopia, smontaggio e rimontaggio), il Nuovo Centro per le Arti Contemporanee a Roma. E’ stato insignito della medaglia d’oro dal Comune di Pisa per il contributo alla salvaguardia, della medaglia d’argento dell’Academie Française d’Architecture come personalità che ha dato maggior contributo (2000) alla salvaguardia del patrimonio architettonico. E’ consulente UNESCO per il restauro dei templi di Angkor (Cambogia), della città di Gerusalemme, e presidente del comitato ICOMOS per la conservazione e restauro strutturale del patrimonio architettonico.

Didier Repellin

è Architetto Capo dei Monumenti Storici (ACMH Vaucluse, Rodano, Lione, monumenti francesi a Roma), e Ispettore generale dei Monumenti storici (IGMH Alsazia, Auvergne e Nord-pas-de-Calais) in Francia. E’ consulente internazionale in materia di patrimonio, con missioni negli Stati Uniti, Singapore, Tailandia, Malesia, Cambogia, Cina, Bangladesh. Consulente per l’UNESCO, i suoi lavori sono presentati in conferenze e seminari di livello internazionale: nel 2005 è intervenuto al Getty Conservation Institute di Los-Angeles, a New York, all’Università di Florida, in Pennsylvania, a Cusco (Peru), presso l’Università di Haïfa in Israele. Fra le più recenti opere si segnalano i progetti e le direzioni di lavori per il restauro e la copertura contemporanea del teatro antico d’Orange, il restauro ed il riuso del Palazzo dei Papi ad Avignone, il restauro di Villa Medici, della facciata di Trinità dei Monti in Italia.

Mario Biritognolo

è ingegnere, svolge attività professionale a Roma. E’ esperto nella progettazione strutturale e geotecnica e nell’analisi strutturale statica e dinamica, sia delle nuove costruzioni che nel recupero di edifici monumentali. In questo ultimo settore ha svolto studi e progettazioni in Italia e in paesi extra UE (Croazia, Egitto, Palestina, Cina, Uzbekistan, Libano, Giordania); ha partecipato a gruppi di ricerca internazionali e ha tenuto lezioni in corsi di formazione in Italia e all’estero. I principali progetti riguardano la Basilica di Sant’Antonio di Padova, l’Ara Pacis a Roma, le aree archeologiche di Baalbeek e Tiro in Libano, il complesso complesso Kasr-el-Said a Tunisi.

Francesca Brancaccio

è architetto, dottore di ricerca in Storia dell’Architettura e dell’Urbanistica e specialista in Restauro dei Monumenti. Ha un Master Europeo in Storia dell’Architettura e un Master Internazionale in Gestione dei Beni Culturali. Svolge studi e progettazioni di restauri, partecipa a gare e concorsi in ambito internazionale, come esperta nelle ricerche, analisi e diagnostica di edifici antichi in relazione alla progettazione ambientale ed al restauro del patrimonio architettonico (Chiesa Notre Dame di Laeken-Bruxelles, Abbazia Paix Dieu-Aimay, Medersa Rachid- Boukhara Uzbekistan, Villa Montesano-San Paolo Belsito, Real Albergo dei Poveri, Napoli, siti archeologici di Balbeek e Tyro). Tiene regolarmente lezioni, conferenze, corsi di specializzazione presso università ed istituzioni italiane ed estere. E’ stato membro del Comitato Superiore per l’Insegnamento dell’Architettura (CSEA) del Ministero della Cultura francese. E’ componente del Comitato scientifico della rivista “Recupero e Conservazione”.

Nicolas Detry

è architetto, specialista in Restauro dei Monumenti e esperto di Alta qualità ambientale. Lavora in Europa come autore di studi e progettazioni, partecipa a gare e concorsi internazionali su temi di progettazione e restauro del patrimonio architettonico ed urbano. Da sempre attento al dibattito fra architettura e restauro, pubblica regolarmente libri e articoli, da lezioni, conferenze, corsi di specializzazione e alta formazione presso università ed istituzioni in Europa. Insieme con l’associazione Tessellatus, porta avanti il progetto di restauro e riuso della medersa Rachid a Boukhara, Uzbekistan, in vista della creazione di un centro di formazione ai mestieri del patrimonio.

Giuseppe Carluccio

ingegnere, svolge attività professionale a Roma. E’ esperto di progettazione strutturale, sia nel settore delle nuove costruzioni che nel recupero di edifici monumentali. In questo campo ha svolto studi e progettazioni e ha tenuto lezioni in corsi di formazione in Italia e all’estero (Spagna, Romania, Tunisia, Palestina). I progetti suoi più significativi: la biblioteca civica di Verona, la Chiesa di San Carlo al Corso a Roma, il bastione farnesiano della Domus Tiberiana al Palatino, il Collegio del Cardinale a Monforte di Lemos.

Laurence Lobry Lajunias

è architetto, diplomata in storia dell’arte, specialista in restauro dei monumenti (Chaillot), con studio a Parigi. In collaborazione con Architectes en Chef des Monuments Historiques in Francia progetta e segue cantieri a Parigi, nei dipartimenti di Maine-et-Loire, Borgogna, Loira Atlantica, Vandea e Normandia.

Pascal Prunet

è architetto capo dei monumenti storici in Francia (ACMH) – dipartimenti di Vandea e Loira Atlantica. Ha partecipato alla progettazione degli Aeroporti di Parigi Orly Ouest, Nizza, Islamabad. Ha studio a Sévres (Parigi): fra le sue più importanti e recenti realizzazioni si segnalano la progettazione e direzione dei lavori della place Vandome a Parigi, del palazzo di Giustizia di Tolosa, del museo Granvelle a Besançon, della mediateca di Arras, dell’estensione del palazzo dei congressi di Versailles, della copertura vetrata dell’ingresso dell’Assemblea Nazionale a Parigi.

Paolo Rocchi

è architetto, professore Ordinario di Consolidamento degli Edifici Storici presso l’Università degli Studi di Roma la Sapienza. I principali progetti seguiti sono: la Basilica Patriarcale di San Francesco in Assisi, la Galleria Borghese, Castel Sant’Angelo, i Giardini del Quirinale, il Palazzo delle Esposizioni in Roma, la Galleria degli Uffizi in Firenze, i Sassi di Matera, gli studi sulla stabilità della cupola di san Pietro in Roma. E’ Presidente dell’ASS.I.R.C.CO (Associazione Italiana Recupero e Consolidamento Costruzioni). E’ membro esperto del Comitato Superiore dei Lavori Pubblici e membro del Comitato Tecnico Scientifico per i Beni Ambientali e Architettonici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

COMUNE DI NAPOLI
DIREZIONE INFRASTRUTTURE
UFFICIO PROGETTO RECUPERO DEL REAL ALBERGO DEI POVERI

Il “Progetto recupero del Real Albergo dei Poveri” è un ufficio dedicato istituito dal Comune di Napoli ai fini della gestione del recupero del monumento per fasi, articolate nel tempo, tenuto conto delle dimensioni dell’intervento per costo, valore culturale e complessità di progettazione.

 

Andrea Esposito

è laureato in Ingegneria Civile presso l’Università degli Studi di Napoli con specializzazione in “normativa e controllo dei materiali dell’ingegneria strutturale”, Nel dicembre 2007 è nominato dirigente dell’Ufficio Progetto recupero Real Albergo dei Poveri, sostituendo l’architetto Carmela Fedele che dalla fattibilità, all’appalto delle gare europee, alla scelta della destinazione d’uso, ai primi cantieri di messa in sicurezza delle aree semicrollate e a rischio crolli, aveva ricoperto lo stesso incarico. L’ingegner Esposito ha lavorato al recupero del fabbricato monumentale anche in precedenza, assumendo la direzione dell’Ufficio per la progettazione e l’attuazione degli interventi, con il compito di coordinare la progettazione dei diversi lotti di intervento nonché coordinare i relativi cantieri, in affiancamento al responsabile del procedimento. E’ progettista, direttore dei lavori, responsabile della sicurezza e/o collaudatore di opere pubbliche nel settore del recupero con particolare attenzione al centro storico della città di Napoli. 

Salvatore Iervolino

è architetto laureato presso l’Università degli studi Federico II di Napoli. Ha lavorato presso il Comune di Firenze e presso il Comune di Padova. Vincitore del corso-concorso Ripam dal 1° marzo 1999 è in servizio presso il Comune di Napoli, prima presso l’Ufficio Valorizzazione della Città Storica, poi presso il Progetto Recupero del Real Albergo dei Poveri dove dal 2004 è responsabile dell’Unità Organizzativa “Attuazione degli interventi di recupero del Real Albergo dei Poveri”. E’ progettista, direttore dei lavori, responsabile della sicurezza e/o collaudatore di opere pubbliche nel settore del recupero con particolare attenzione al centro storico della città di Napoli.

Alessandro Fini

è laureato in ingegneria per l’ambiente e il territorio, indirizzo geotecnologie. Ha insegnato meccanica, disegno e tecnologia presso istituti tecnici e professionali. Ha collaborato con fondazioni private di istruzione secondaria. È stato assistente di cantiere nella posa del condotto di potenziamento dell’importazione di metano dalla Russia, nel tratto da Malborghetto a Tarvisio. Dal 2005 è dipendente del comune di Napoli e collabora al progetto recupero del Real Albergo dei Poveri.

Aldo Ferruzzi

Geometra. In servizio al comune di Napoli fin dal 1973 ha svolto la sua attività lavorativa in più uffici comunali e in diversi ruoli tecnici e di responsabilità. Dal 2006 è responsabile dell’Unità Organizzativa “Interventi di recupero del Real Albergo dei Poveri e rapporti con gli uffici interni all’Amministrazione” presso il Progetto recupero del Real Albergo dei Poveri. Ha ricoperto ruoli per la direzione lavori, il coordinamento per la sicurezza in esecuzione e come Responsabile Unico del Procedimento in diversi lavori dell’Amministrazione ed ha partecipato attivamente a corsi d’aggiornamento, convegni e conferenze nei vari settori d’interesse attinenti l’attività lavorativa.

Tommaso Pilla

capotecnico nella specializzazione edilizia e geometra. Dopo alcuni anni di libera professione, nel 2000 viene assunto dal comune di Gallo Matese (CE) nel ruolo di Responsabile dell’Ufficio Tecnico e R.U.P. dei lavori. Dall’ottobre 2004 è nell’organico del Comune di Napoli, Progetto recupero del Real Albergo dei Poveri affiancando il DL in più cantieri e partecipando a più gruppi di progettazione. 

CONSULENTI INTERNI:
Arch. Giovanni Carbonara
Ing. Gianfranco Dioguardi
Prof. Ing. Elio GiangrecoCONSULENTI ESTERNI:
Contabilità in fase di progettazione e di cantiere: Building Consulting, Geom. Pasquale Miele, Geom. Pietro Piazzolla
Sondaggi e stratigrafie superfici architettoniche: Equilibrarte s.r.l.
Rilievi: Strago s.r.l.
Indagini, monitoraggio e diagnostica strutturale: Tecnocontrolli – srl Preprogetti srl
Coordinamento e grafica: B5 s.r.l.

Collaboratori

Ing. Ugo Brancaccio
Ing. Federico Croci
Arch. Anna De Ioanna
Arch. Arianna De Luzio
Arch. Stefano Di Benedetto
Arch. Aldo Gallo
Arch. Aymen Herzalla
Arch. Marianna Mazzanobile
Ing. Cristiano Russo
Ing. Domenico Olivieri
Ing. Piera Milione
Ing. Diego Ruggieri
Arch.jr. Giorgio D’Auria
Arch.jr Pasquale De Angelis
Arch. Simona Petrosino
Arch. Maria Grazia Savito
Arch. Jotis Spasiano
Arch. Valeria D’Ambrosio
Arch. Gaetana Laezza
Arch. Claudia Melella
Arch. Gaia Lisa Tacchi
Arch. Flora La Sita
Arch. Paolo Di Martino
Arch. Felice Spampanato
Arch. Eleonora Giovene di Girasole
Arch. Alessandro Abbatiello
Arch. Angela Silvestro
Ing. Alessandro Bozzetti
Arch. Maria Luisa Miccoli
Arch. Luca Santoro
Arch. Thomas Faye
Geom. Pasquale Miele
Geom. Enrico De Marinis
Ing. Donato Fortino
Dott.ssa Sveva de Bartolomeis

CANTIERI
ATI: COSTRAM SRL – MILANO costruzioni
Lavori: Pavimentazione della corte centrale dell’Albergo dei Poveri e del restauro dei confessionali, 1 fase bonifica demolizioni controllate, indagini
Committente: Comune di Napoli – Direzione Infrastrutture – Ufficio Progetto recupero del Real Albergo dei Poveri
RUP: Arch. Carmela Fedele.
Progettisti: RTP Croci-Repellin
Direttore dei Lavori: Arch. Didier Repellin
Direttore operativo strutture: Prof. Ing. Giorgio Croci
Direttore operativo architettura: Arch. Francesca Brancaccio
Contabilità: Building Consulting – Geom. Pasquale Miele
Assistenza alla DL in cantiere: B5 srl, Arch. Maria Grazia Savito
Resp. del coord. della sicurezza e della salute in fase di esecuzione: Ing. Giuseppe Carluccio
Collaudatore statico e tecnico amministrativo: Ing. Andrea Esposito
Impresa: ATI COSTRAM srl – Milano costruzioni

ATI: Lucci Salvatore srl – ing. Antonio Pompa srl
Lavori: Progetto di consolidamento e riconfigurazione del Real Albergo dei Poveri di Napoli – Verticali laterali all’atrio monumentale e completamento della verticale insistente sull’atrio monumentale (tratti dal civ. 5, al civ. 12 di Piazza Carlo III) – in breve LOTTO AB
Committente: Comune di Napoli- Direzione Infrastrutture – Ufficio Progetto recupero del Real Albergo dei Poveri
RUP: Arch. Carmela Fedele; dal novembre 2007 Geom. Aldo Ferruzzi
Progettisti: RTP Croci-Repellin
Direttore dei Lavori: Arch. Didier Repellin
Direttore operativo strutture: Ing. Giorgio Croci
Direttore operativo architettura: Arch. Francesca Brancaccio
Coordinatore sicurezza in fase di esecuzione: Ing. Mario Biritognolo
Contabilità: Building Consulting – Geom. Pasquale Miele
Assistente al direttore dei lavori: B5 srl, Ing. Ugo Brancaccio, Ing. Federico Croci
Assistenza alla DL in cantiere: Arch. Jotis Spasiano, dal luglio 2007 Ing. Domenico Olivieri
Collaudatore statico e tecnico amministrativo: Ing. Sergio Di Francesco
Impresa: ATI Lucci Salvatore srl – Ing. Antonio Pompa srl

Valentino Giuseppe s.r.l.
Lavori: Verticale d’angolo prospettante su piazza Carlo III e via Tanucci – in breve LOTTO C
Committente: Comune di Napoli – Direzione Infrastrutture – Ufficio Progetto recupero del Real Albergo dei Poveri.
Responsabile del procedimento progettazione e appalto: Arch. Carmela Fedele
Responsabile del procedimento esecuzione e collaudo: Arch. Salvatore Iervolino
Progettisti: RTP Croci-Repellin
Direttore dei Lavori: Ing. Giuseppe Carluccio
Direttore operativo strutture: Ing. Giorgio Croci
Direttore operativo architettura: Arch. Didier Repellin
Coordinatore sicurezza in fase di esecuzione: Arch. Francesca Brancaccio
Contabilità: Geom. Pietro Piazzolla
Assistente al direttore dei lavori: B5 srl, ing. Ugo Brancaccio
Collaudatore statico e tecnico amministrativo: Arch. Nicola Varriale
Impresa: Valentino Giuseppe s.r.l.